Riforma Terzo Settore, il Consiglio dei Ministri ha approvato il  decreto correttivo

il decreto  prevede, tra l’altro, la proroga da 18 a 24 mesi dei termini per adeguare gli statuti degli enti del Terzo settore al nuovo quadro normativo;
apre all’interlocuzione organica, rafforzando la collaborazione tra Stato e Regioni (soprattutto in materia di utilizzazione del fondo di finanziamento di progetti e attività di interesse generale del Terzo settore);
fa chiarezza sulla contemporanea iscrizione al registro delle persone giuridiche e al registro unico nazionale;
indica il numero minimo di associati necessario per la permanenza di una associazione di promozione sociale o di una organizzazione di volontariato…
Per i particolari bisognerà attendere il testo del decreto legislativo.